Come pulire il ferro da stiro a vapore dal calcare

Come qualsiasi elettrodomestico, anche il ferro da stiro necessita di manutenzione. Affinché le sue prestazioni durino nel tempo, è fondamentale pulirlo periodicamente dal calcare. Scopri in questa guida come.

Se non sai da che parte iniziare, non ti preoccupare. In questa guida troverai alcuni suggerimenti utili su come pulire il ferro da stiro a vapore dal calcare. Il primo consiglio che ti posso dare è di usare sempre l’acqua demineralizzata per stirare (così da limitare l’accumulo di sedimenti calcarei). Il secondo: ricorri a prodotti sciogli-calcare e detersivi chimici solo in situazioni estreme, cioè quando il ferro è particolarmente sporco, bruciato o incrostato. In condizioni normali, invece, è sempre meglio seguire i buoni vecchi rimedi naturali della nonna che non hanno effetti negativi né sulla salute né sull’ambiente. Vediamo subito quali sono.

Come pulire la piastra del ferro da stiro

La prima componente che necessita di manutenzione regolare è la piastra. Per averla sempre pulita e lucente, esistono due metodi fai da te molto economici. Il primo sfrutta le proprietà sgrassanti, anti-calcaree e brillantanti dell’aceto di vino bianco. È sufficiente versarne qualche cucchiaio in una bacinella con dell’acqua tiepida (e, volendo, un po’ di sale grosso), amalgamare la soluzione e strofinarla sulla superficie in acciaio con un panno morbido in cotone o microfibra (per non rigarlo). Già che ci sei, ti consiglio una passata anche su tutte le parti esterne del ferro da stiro.

Il secondo rimedio prevede l’utilizzo del bicarbonato di sodio, l’altro grande protagonista delle soluzioni naturali fatte in casa. Anche in questo caso, basta aggiungerne un piccolo quantitativo in un recipiente d’acqua (aggiungendo anche un cucchiaino di succo di limone), mescolare e sfregare il composto sull’area da trattare. Mi raccomando, quando pulisci il ferro da stiro l’apparecchio deve essere sempre staccato dalla corrente e completamente freddo.

Come togliere il calcare dal serbatoio

Come sciogliere il calcare nei ferri da stiro di ultima generazione

La pulizia del ferro da stiro può essere fatta anche in un altro modo. O meglio, è il ferro stesso a farla da sé con un piccolo intervento da parte tua. Sto parlando dei ferri di ultima generazione che, grazie all’introduzione di tecnologie avanzate, sono in grado di limitare la formazione di calcare e di avviare cicli periodici di pulizia. A differenza dei rimedi “home made” appena visti che sono a bassissimo budget, i ferri dotati di soluzioni self clean o anticalcare sono di fascia superiore, quindi implicano un investimento maggiore rispetto a quello necessario per l’acquisto di un apparecchio standard “entry-level”.

Ogni brand ha progettato i propri sistemi pulenti automatici, in particolar modo Philips, Rowenta e Polti. Ti consiglio, quindi, di affidarti a loro se cerchi un ferro top di gamma in questo ambito. Le opzioni disponibili possono essere di vario tipo: a seconda dei modelli, puoi trovare programmi autopulenti, funzioni anti-calcare, raccoglitori di calcare da svuotare ciclicamente su segnalazione di un’apposita spia o ancora filtri in gradi di catturare le particelle calcaree per limitarne l’accumulo nel tempo. Qualunque sia la soluzione scelta, il risultato è lo stesso: performance di stiro sempre elevate e vita prolungata del ferro.