125 Consigli Di STILE Maschile

Inserito da Simonetta Zamperlini | Dicembre 16, 2017 | 3

Una Mega Guida con 125 consigli di Stile Maschile per tutti gli uomini che si sono rotti di sentir parlare di “eleganza” e vogliono invece capire di più su questo sconosciuto mondo dell’abbigliamento maschile, per acquisire stile e distinguersi dalla massa.

Vestire elegante è facile: rispetti il dress-code, impari qualche regoletta di base e buon senso, indossi l’abito scuro e la cravatta, lucidi le scarpe, stiri la camicia, infili la pochette con un orribile piega artefatta che sembra finta (eh si perchè più è precisa e più fa…. elegante 🙁 ) e sei a posto.

Non hai bisogno di assumere nessun guru o mentore per farlo. Se sei fortunato anche ad avere due soldini, entri in un bel negozio e ti fai vestire di tutto punto.

Inoltre l’eleganza è soggettiva, il contadino che vive in campagna che indossa l’abito della domenica sarà molto elegante nella piazza del suo paese, ma non apparirebbe tale nel centro di Milano. Ognuno vede l’eleganza secondo i suoi parametri. Alcuni trovano elegante un uomo che indossi una qualsivoglia camicia per altri basta una cravatta o un paio di scarpe stringate.

Lo stile è oggettivo, poichè si basa su parametri ben precisi, per ritornare poi soggettivo quando sfocia nello stile personale e quindi rientra nuovamente in un gruppo di appartenenza.(come per il contadino di cui sopra)

Vestire con stile, è molto più complicato, poichè implica una conoscenza e cultura molto più approfondita, che una volta acquisita ti permetterà di ottenere uno stile personale gradevole, qualunque esso sia, anche fosse hypster,

infatti si vedono per strada Hipster che sembrano aver dormito in un bidone della spazzatura ed hypster che finiscono per essere profili ultra seguiti su Instagram. ADDirittura possono essere fonte di ispirazione, ma la differenza quale è fra gli uni e gli altri?

La differenza la fa lo stile: la scelta degli abbinamenti, delle forme, dei colori, del grooming e anche la bicicletta è coinvolta nella loro immagine

Purtroppo molti dei consigli che leggerai fra poco sono completamente ignorati dalla moda, per cui, per lo più. sconosciuti alla maggior parte degli uomini là fuori.

Per avere stile ci vuole buon gusto, cioè la capacità di discernere a prima vista le cose sì da quelle no!

Il paradosso è che non siamo noi (come pensiamo) a scegliere , ma il nostro cervello che ha catalogato a seconda delle esperienze ed ambiente in cui si è vissuto, le cose sì da quelle no.

Pero’ esiste una legge universale: a tutti piacciono le cose che abbiano determinate caratteristiche che vengono riconosciute come belle. Come succede per le opere d’arte.

Lo stile è armonia, coerenza e coesione d’immagine, e deve anche rispettare alcuni principi del design.

Questo non vuol dire che non devi indossare trend, o fare abbinamenti bizzarri, ma vuol dire che ti riusciranno molto meglio quando sai come funziona il tutto, se voui distinguerti ma nel modo giusto.

Questo potrebbe voler dire dimenticarsi di tutto quello che credi di sapere o che ti insegnano e partire dalla base.

Purtroppo ultimamente vedo “guru di stile maschile” (o sedicenti tali) che ignorano completamente alcune delle basi e si permettono di dare consigli dall’alto quando loro stessi vestono senza gusto, con capi difettosi o non adeguatI al loro corpo , ma che rivolgendosi ad un popolo (passatemi il termine) ignorante in merito riescono ad avere seguaci che a loro volta vestiranno senza alcun criterio di base e, ancor peggio, pensando di essere chic, fighi, over the top.

Fate attenzione e soprattutto non fatevi rapinare denaro. Se conoscete le cose, avrete la capacità di discernere certi personaggi fasulli da quelli veri che meritano attenzione ed ammirazione.

Quindi se in questo momento , se non ti interessa sapere come diventare elegante, ma preferisci iniziare un percorso verso un tuo stile, che ti faccia distinguere ecco per te la checklist di consigli più completa che tu possa trovare anche rivoltando il web per un anno intero 🙂

E sai quale è la parte migliore? Che tutto può essere messo in pratica facilmente e funziona alla grande!

Sicuramente in questa mega guida ci sarà anche più di un suggerimento adatto a te.

Bene Iniziamo, ecco cosa leggerai

  • 21 fondamenti di stile che ogni uomo dovrebbe conoscere
  • 11 Consigli di stile per camicie e maglieria
  • 8 Consigli dii stile per pantaloni
  • 15 Consigli di stile per i diversi tipi di giacche giacconi cappotti e soprabiti
  • 15 Consigli per la scelta dell’abito
  • 14 Consigli per lo stile delle scarpe
  • 22 Consigli per la scelta dei diversi tipi di cravatte
  • 3 Pilastri per fare abbinamenti come un Pro
  • 16 modi per accessoriare i tuoi outfit
  • 4 Bonus sparsi . continua a leggere

SOLO UNA COSA PRIMA DI INIZIARE

PIÙ DI 100 ORE DI LAVORO.

Avere stile non è solo questione di abbigliamento, ma anche dI modi e comportamento.

CONDIVIDERE E’ UNA FORMA DI STILE, CHE DISTINGUE I VERI GENTLEMAN DA QUELLI FINTI (CHE LEGGONO IL MIO BLOG DI NASCOSTO DALLE LORO MAMME :-))

Probabilmente qualche tuo amico ti sarà grato per queste informazioni, come lo sarò io, se lo condividerai. Grazie

Ora Immagino che tu voglia imparare per mettere in pratica subito quindi partiamo!

21 Fondamenti di Stile Che Ogni Uomo Dovrebbe Conoscere

1- La conoscenza è più importante del denaro

Il tuo cervello è l’asset più grande quando si tratta di stile. Puoi comprare a caso i vestiti o avere la conoscenza per vestirti in modo intelligente per buttare meno soldi ed essere strategico nella composizione del tuo guardaroba. Solo imparando le basi puoi diventare più elegante del 95% degli uomini là fuori, utilizzando solo il budget che hai a disposizione.
E i miei studenti di Stile Strategico se ne stanno rendendo conto:

2 – Concentrati sul 20% delle cose che portano l’80% di risultati

Una grande parte dello stile personale e’ puramente, indovina un po’?….

…Esatto: personale;

come l’incorporare un determinato modello che risponde ai vostri desideri e ai vostri gusti. E mentre questi dettagli sono importanti per rifinire il vostro stile, raramente sono quelli che determinano la differenza tra l’essere ben vestito o meno.

Ci sono però alcuni aspetti fondamentali che portano il massimo rendimento con il minimo sforzo. Purtroppo sono quelli che la maggior parte di uomini ignorano e che vedremo in questa prima parte di questa mega guida di 125 Consigli di Eleganza e Stile.

3- Fit&Proporzioni

Sul fit ne ho già parlato tanto (dal 2010 🙂 ) per cui non mi dilungo oltre ma puoi scaricare qui sotto la mia guida gratuita, e dal momento che il fit è la prima cosa a cui devi pensare ma non garantisce le giuste proporzioni altro fattore molto importante e sottovalutato, focalizziamoci al momento su quelle in prima istanza.

BONUS #1: Il Segreto Nr.1 Degli Uomini Di Stile

3.1 – Fit

Iscriviti a questo Video Corso Gratuito e Scopri il segreto nr 1, nr 2, nr 3 🙂 degli uomini di stile, ma soprattutto come devono cadere dal corpo i tuoi capi per aumentare ISTANTANEAMENTE il tuo stile, il tuo sex-appeal e la tua autorevolezza. Risultato immediato garantito! CLICCA QUI

3.2 Proporzioni

Il concetto, nello scegliere i capi valorizzanti, sta nelle proporzioni. Se le proporzioni della propria struttura fisica non sono perfette, si dovranno scegliere modelli in grado di riequilibrarle, ed evitare quelli che rendono il corpo ancora più sproporzionato.

Sfortunatamente questo punto è sottostimato oggi, tanto che spesso vedo uomini con un corpo proporzionato sembrare completamente sproporzionati, poichè indossano capi i cui punti critici ricadono in posizione diversa da quella che dovrebbero avere in relazione alla loro struttura.

Molti abiti da uomo e camicie venduti negli stores, sono disponibili solo in poche taglie standard e in modelli che vanno di pari passo con le tendenze del momento. E’ vero che con alcune modifiche gli uomini possono ottenere un migliore fit, ma con gli abiti specialmente, ci sono così tante opzioni che un uomo si perde, quando è il momento di doverne acquistare uno.

  • come la profondità del V tra i rever delle giacche,
  • la posizione dei bottoni e
  • la larghezza degli stessi rever

sono dettate dai venti della moda, piuttosto che dalle reali necessità della struttura del corpo degli uomini.

Molti abiti e camicie sono tagliati per ipotetici modelli, e li possono indossare solo un uomo su cento. Conoscendo questo, non ci si deve sorprendere se la maggior parte del menswear non valorizza chi è più alto, più basso, più magro o più grasso del modello sul quale, un determinato brand, ha realizzato l’indumento.

Un passo importante nel vestire bene e’ scoprire quali sono le proporzioni che funzionano sul vostro corpo e poi insistere su quelle proporzioni in tutti i capi di abbigliamento.

Le proporzioni della giacca sono essenziali per avere un volto naturale ed attraente. Se la testa è grande delle spalle più imbottite della giacca potranno proporzionare il tutto.

I visi sottili invece stanno meglio con spalle più naturali.

Il punto dove il revers della giacca incontra il colletto può interrompersi formando una rientranza detta cran, oppure estendersi a lancia verso l’alto.

Gli uomini piu’ bassi staranno meglio con una giacca in cui questo punto (il cran) si trova piu’ in alto. Mentre un cran più basso starò meglio sugli uomini più alti.

La larghezza dei revers deve essere proporzionata alla larghezza del busto. La lunghezza della giacca classica deve coprire la curva in basso delle natiche.

Giacche piu’ contemporanee o casual sono leggermente più corte, ma attenzione: non troppo corte! Capisco la moda, ma se hai le gambe da fenicottero, una giacchetta corta e striminzita ti farà apparire come se indossassi la giacca della tua Prima Comunione (il che è ben poco virile!)

Image Credits: Black Lapel

Molti trend nell’abbigliamento maschile consistono nel rompere queste regole stabilite. Gli stilisti bombardano il pubblico con immagini di modelli brutalmente attraenti in pose invidiabili per offrire i loro ultimi prodotti.

Se li si guardano attraverso gli standard oggettivi, di cui ora siete un pochino di più a conoscenza, i capi che indossano sono quasi sempre o troppo larghi o troppo stretti o corti o lunghi o sbilanciati.

Non dovete vestirvi con squadra e riga, ma soffermatevi a pensare alle proporzioni del vostro corpo e a cosa vi piace e non vi piace di esso, prima di buttarvi a pesce su un acquisto.

La prima cosa da fare, quindi è quella di conoscere il vostro corpo e poi adottare i tagli e le forme nel modo più appropriato per risultare proporzionati e quindi più gradevoli.

Un buon fit e’ il marchio dell’uomo che cura il suo aspetto. Le proporzioni bilanciate sono il marchio dell’uomo che ne ha preso consapevolezza.

Per Approfondire trovi questi due articoli sul blog:

II- Forma e Proporzioni Del Corpo Maschile

E’ fondamentale conoscere Forma e Proporzioni Del Corpo Maschile per capire esattamente in quale rie

Come Valorizzare Il Fisico Maschile (serie): I- Proporzioni

Non importa se sei troppo basso, troppo alto, troppo grasso o troppo magro perchè, per fortuna, per

4 – Vesti per la tua età

C’e’ molta dignità nel vestire per la propria età. Si mostra la conoscenza e la padronanza di se stessi.

Ora, se avete 25 anni, non e’ che dovete passare dall’abbigliamento da giovane a quello serio del professionista e quindi buttare tutti i vestiti che avete! Voi siete l’eta’ che vi sentite, il vostro livello di maturita’ e la vostra professione hanno molta influenza su questo.

Pero’ c’e’ un momento in cui si dovà passare da un livello ad un altro ….se stai facendo dei passi avanti nella tua conquista sociale e indossi ancora i jeans baggy e stracciati, beh…allora dovremo fare due chiacchiere….

Per approfondire, scopri come vestire a 20 – 30 – 40 – 50 – 60 anni in questo articolo del blog

Come Vestire Per La Propria Età

E’ giusto pensare come vestire per la propria età? Un uomo dovrebbe cambiare il suo modo di vest

5 – Non Confondere Stile e Moda

Vestire con stile e vestire alla moda non sono la stessa cosa e spesso i due termini vengono confusi. C’è sicuramente una relazione, ma seguire le tendenze non ti rende automaticamente vestito bene.

Per essere trendy basta sfogliare una rivista di moda per ottenere le informazioni necessarie.

Vestirsi con stile è molto più difficile .

  • Puoi essere alla moda senza stile
  • Puoi avere stile senza vestire alla moda.

Ma… Essere alla Moda senza Stile è la ricetta per il disastro.

Potrai essere di stile e trendy al contempo, ma lo stile personale deve sempre venire fuori per primo e in seconda analisi aggiungere le tendenze che più ti aggradano.

6 – Considera il tuo guardaroba come un Puzzle

Tantissimi uomini hanno un guardaroba formato da moltissimi capi ma la maggior parte di questi non si riesce ad abbinare bene con gli altri. al massimo riescono a formare un paio di buoni outfit e niente più.

I loro capi sono come pezzi di tanti puzzle differenti e quindi non si riescono ad incastrare l’uno con l’altro.

Per fare in modo, invece, che i pezzi si incastrino bene, dovranno far parte dello stesso puzzle.

Il guardaroba di un uomo non è una raccolta di singoli capi ma deve essere interpretato come un unico insieme; per poter essere un unico insieme, e non solo una raccolta di capi ammassati, dovrà essere un guardaroba composto da elementi che funzionano tutti ragionevolmente bene con gli altri.

Ci saranno sempre un paio di valori anomali. Ognuno possiede sempre uno o due pezzi amati di abbigliamento che non necessariamente potranno andare bene con tutti gli altri pezzi.

Ma l’obiettivo dell’uomo che ha appena iniziato ad espandere il suo guardaroba, dovrebbe sempre essere quello di acquistare capi d’abbigliamento che funzionano bene l’uno con l’altro.

Tutti i capi che possedete dovrebbero adattarsi l’uno all’altro in modo che lo spazio non venga sprecato, eliminando quegli articoli che si trovano appesi o in fondo all’armadio in attesa di essere indossati da mesi, se non da anni.

Il guardaroba di base deve avere due requisiti fondamentali:

  1. Intercambiabile. Quando tutto va con tutto sarete in grado di chiudere gli occhi e scegliere qualsiasi camicia, giacca, pantalone e scarpe creando comunque un bell’outfit.
  2. Classico e Minimal. Cioè, capi semplici, senza troppi dettagli, colori sobri e classici.

Perché tutto al minimo? Poiché le cose semplici e minimal, senza troppi dettagli sono più facili da abbinare.

Più semplice è un capo, più probabilmente si abbinerà con gli altri; più elaborato è, più sarà difficile abbinarlo agli altri. Semplice, no?

7 – Non è il prezzo alto, nè il brand che determina la riuscita del tuo look

Non è che se acquisti il capo più costoso al mondo automaticamente ti donerà un bel look. La riuscita o meno di un outfit ha poco a che fare con il prezzo del cartellino e molto con fit, colori, forma, dettagli ecc.

8 – Non è il prezzo alto, nè il brand che determina la qualità

E aggiungi anche che il prezzo alto non è nemmeno sinonimo di qualità. Tantissimi brand noti utilizzano molte fibre sintetiche poiché sono molto più economiche di quelle naturali.

L’altro problema é quello che i grandi nomi incidono molto in termini di prezzo sull’azienda che produce i loro design, per cui, spesso, questo fattore va a discapito della qualità, che é la parte dove alla fine si cerca di risparmiare per compensare i costi.

In pratica: paghi di più per la firma e non per la qualità.

Diventa quindi fondamentale sviluppare un occhio per la qualità, per capire come state investendo i vostri soldi

9 – Più qualità e meno quantità

Nessun compromesso con la qualità! La qualità di quello che indossi influisce sul tuo valore percepito. Investi nella miglior qualità che ti puoi permettere. Vedi ci sono errori che si commettono semplicemente, perché non si hanno punti di riferimento dai quali partire, ma preferire la quantità alla qualità è un errore “ragionato!”

Se hai un budget limitato, e’ sempre meglio avere un solo paio di capi di ottima foggia ed un paio di camicie di qualità piuttosto che un armadio pieno zeppo di abiti insignificanti.

La differenza che esiste fra un capo economico ed uno dal prezzo alto euro principalmente deriva da due fattori:

  • Dai dettagli e dalla fattura curata
  • Dal tipo di tessuto.

Una camicia in 100% cotone, fresca di stiro, assume una forma elegante sul corpo che quella in tessuto più sottile e cheap non potrà fare. Una semplice t-shirt in cotone Pima ti cadrà dal corpo e farà traspirare la tua pelle in modo diverso da una economica, che perderà la forma dopo pochi lavaggi e tratterà il tuo sudore nelle fibre. Meglio una sola di qualità, che 3 di scarsa qualità.
Scegli sempre la miglior qualità che ti puoi permettere!

Problemi Di Budget? Leggi questo articolo

Un Guardaroba Con 1000 € Di Budget

Oggi facciamo un esperimento, proviamo a costruire un guardaroba di essenziali con 1000 € di bu

10 – Non Ti Fissare Sui Colori

I Colori abbondano nel menswear, ed anche le loro sfumature. Lo stesso colore, per esempio il rosso, può essere molto chiaro, o molto luminoso e vivace, oppure scuro in diverse tonalità. La chiave per il bilanciamento dei colori è quello di non esagerare in nessuna delle direzioni.

Troppi colori brillanti e vivaci insieme danno fastidio all’occhio e attirano l’attenzione in modo negativo. Se si sceglie di indossare un capo vivace conviene abbinarlo con qualcosa che abbia un colore più sommesso o neutro per bilanciare.

Se ti stai ponendo la domanda: “Quanti colori dovrei inserire nel mio guardaroba?”

– Non molti – è la risposta.

Inserire un po’ di colore nei propri outfit non vuol dire indossare molti colori.

In molti interpretano la frase Indossa più colori” come “Indossa molti colori”.

Fermarsi a due colori per outfit e variare le sfumature, contornandoli dai colori neutri è già più che sufficiente!

Ma niente di più. Chiaramente se volete indossare più colori potete farlo, solo sappiate che non è necessario.

COME VEDI SI PUÒ ESSERE STYLISH INDOSSANDO SOLO COLORI NEUTRI

11 – Fai Attenzione Al Contrasto

Tieni a mente questa definizione:

Lo sguardo di chi ti osserva sarà attirato dalle parti maggiormente contrastanti nel vostro outfit, perchè l’occhio umano generalmente e’ attratto dalle cose che risaltano.

L’obiettivo è ovviamente quello di dirigere l’attenzione verso il proprio viso con l’aiuto di un insieme che ha appena la giusta dose di carattere

L’abbigliamento ( quello al di sotto del volto) deve tenere in considerazione e riprodurre il contrasto che esiste nei colori naturali dell’uomo.

Image Credits: Alan Flusser

12 – Non tutti I Colori Sono Uguali

Se sotto al tuo volto indossi un unico colore, ricorda che esistono svariate sfumature di un unico colore, cerca quella più valorizzante per te. Ci sono varie sfumature di rosso di verde, di viola e così via, ma anche di marrone e grigio.

Non tutte faranno brillare il tuo viso. Tecnicamente esistono colori freddi e colori caldi e normalmente i primi stanno bene a persone dall’incarnato freddo ed i secondi a persone dall’incarnato caldo.

Senza impazzire, basta che ti guardi allo specchio: se noti che una certa maglia di un colore non ti soddisfa è probabile che la temperatura di quel colore non sia in armonia con il tuo incarnato.

Inutile indossare un colore, anche se ti piace, che ti fa apparire malaticcio.

13 – Scegli i capi in base al tuo stile di vita ed occasioni

Una considerazione fondamentale è il livello di formalità. Quello che si indossa deve essere scelto in base a dove si sta andando-

Quello che va bene per la palestra non e’ adatto per l’ufficio. L’abbigliamento e’ disponibile in una gamma di livelli di formalità

La T-shirt e’ casual, la camicia e’ più formale, e fin qui non ci piove.

Esistono, però, dei gradi di formalità anche all’interno dello stesso gruppo di capi di abbigliamento.

Ad esempio:

  • La camicia bianca button down e’ casual, la camicia bianca con colletto classico è più formale
  • Esistono cravatte formali e cravatte casual.
  • Esistono giacche o abiti formali come giacche e abiti informali o casual.

E…. tra il formale ed il casual esistono ancora svariati livelli di formalità nel mezzo

Normalmente il livello di formalità di un capo può essere determinato dal solo colore, a volte da dettagli, altre per tessuto e texture.

Ma altre volte la formalità di un outfit può variare per il modo in cui viene indossato. Una classica camicia bianca da abito con maniche arrotolate, automaticamente diventa meno formale; un outfit con le calze è più formale dello stesso outfit, senza calze ad esempio.

Anche le occasioni non hanno tutte la stessa formalità

Ad esempio: esistono matrimoni formali , semi-formali, informali, casual….ecc.ecc.

Prima dovrai informarti sul tono dell’evento e dopo scegliere gli indumenti adeguati allo stesso livello di formalità, per non correre il rischio di essere underdressed o overdressed.

Conoscere i livelli di formalità é necessario non solo per essere adeguati all’occasione, ma per poter poi, ad un livello più avanzato, riuscire a comporre degli outfit stilisticamente più accattivanti, ad esempio indossare capi casual e formali in uno stesso outfit, ma per farlo bene bisognerà saper bilanciare le formalità di entrambe.

Per ora pero’ e’ importante sapere che all’interno di una stessa categoria di capi di abbigliamento esistono dei gradi e sfumature di formalità differenti, la cui scelta sarà determinata dal tuo stile di vita.

(NOTA: SE PER ORA TUTTO QUESTO PER TE è COME UNA LINGUA SCONOSCIUTA E BRANCOLI NEL BUIO Accedi a STYLE STARTER KIT “Video-Moduli Avanzati di Stile Concentrato ” pensato per chi parte da zero. Il Kit necessario per imparare tutti i fondamenti dello stile, che ti aiuteranno nella scelta del tuo abbigliamento in modo ragionato. Video e Trascrizione Pdf. )

14 – Impara ad abbinare le fantasie

Saper abbinare le fantasie, porta il tuo stile ad un livello superiore. La chiave per abbinare bene le fantasie è racchiusa in 5 fattori:

BONUS #4 : VIDEO I 5 ELEMENTI FONDAMENTALI PER ABBINARE LE FANTASIE”

ISCRIVITI AL VIDEO CORSO GRATIS “PERCORSO DI STILE” FARAI UN VIAGGIO NELLO STILE PARTENDO DAL MINDSET FINO AD ARRIVARE A GUARDAROBA E ABBINAMENTI COSÌ SCOPRIRAI ANCHE I 5 FATTORI FONDAMENTALI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE QUANDO ABBINI LE FANTASIE

15. Prepara i tuoi outfit la sera prima

Non lasciate le decisioni sull’abbigliamento alla mattina. Avrete in quel momento almeno un’altra dozzina di cose a cui pensare e quindi perche’ sprecare altro tempo per pensare a quale cravatta indossare o quale camicia abbinare ai pantaloni?

Si tratta di abitudini, Non farti prendere dalla pigrizia. Puoi aiutarti nel processo “Bruciando le Navi”! Rendere il terreno fertile attorno a te per diventare più stylish giorno per giorno

Scopri Come Bruciare Le Navi In Questo Articolo

Le Abitudini Degli Uomini Di Stile: Metodo Per Essere Impecc

Esistono due categorie di uomini, quando si tratta di prendersi cura del proprio aspetto e modo di v

16. Solo capi ben stirati

Niente batte in stile una bella camicia pulita, profumata di fresco e ben stirata. Questo vale per tutto ciò che indossi. Nessuna eccezione.

Indossare indumenti stropicciati é il modo più veloce per far capire di essere un uomo che ha poco cura di sé e che non dà peso ai dettagli. Un uomo che non presta attenzione ai piccoli dettagli, purtroppo, raramente sarà ritenuto idoneo a gestire compiti di fiducia più importanti.

Lo so che sembra stupido che qualcosa di così piccolo come qualche piega, possa negare gli effetti positivi che invece riesce ad ottenere un indumento, perfettamente stirato. Ma LO FA! Per cui dovrai imparare a stirare le camicie, poiché nella vita non è detto che ci possa essere sempre qualcuno che lo faccia per te!

17. Sii ben vestito, in ogni momento

Anche quando esci per fare la spesa.

Se questo ti farà sentire come se stessi giocando a vestire elegante, ricorda che nessuno lo sa oltre a te

C’e’ pieno di uomini che indossano begli abiti e camminano fieri ogni giorno. Perché non essere uno di loro? Inoltre questo non solo ti farà apparire meglio di tutti gli sciattoni là fuori, ma aumenterà istantaneamente la tua autostima

In questo articolo scopri come il tuo abbigliamento influisce sulla tua autostima

Stile e Autostima: Il Paradosso

Se hai mai indossato una di quelle giacche che ti vestono perfettamente, guardandoti allo specchio m

18. Acquista solo capi sicuri

Quando scegli un capo esegui questo controllo a quattro fasi:

  1. Capi Classici: scegli capi senza tempo, nelle fantasie e colori classici del menswear
  2. Fit: se il fit è carente, evitare.
  3. Qualità: se il fit andrà bene controlla le finiture del capo: sono fatte al risparmio oppure sembra un capo ben fatto e robusto? Se la qualità lascia a desiderare, evitare
  4. Bisogni: se il check qualità viene superato, allora chiediti se quel determinato capo si inserisce bene nel tuo guardaroba, se si potrà abbinare a più capi già in tuo possesso e se ci saranno varie occasioni per essere indossato.

Se ll capo ha superato tutte le 4 fasi: acquisterai un capo “sicuro”

Perchè Capi Classici? Leggi Questo Articolo Sul Blog

L’Importanza dei Capi Classici

Quando si inizia a costruire il proprio guardaroba se si vuole che questo duri nel tempo, permetta i

19. Fai un bel taglio di capelli e mantienilo curato

Il taglio di capelli contribuisce molto al tuo aspetto generale, ha persino il potere di apportare un cambiamento drastico. Curalo frequentemente in modo che le persone non si accorgano della differenza.

20. Grooming Settimanale

Certe operazioni sono routine di tutti i giorni: rasatura, lavare denti, pettinare i capelli e così via.

Più difficilmente stanno al top delle priorità quelle operazioni che non vengono eseguite giornalmente. Queste sono facili da dimenticare e magari non si eseguono fino a che non si ha un reale bisogno. Fissate un giorno specifico per eseguirle ogni settimana, in modo che diventino un’abitudine e migliorino lo stile in generale.

  • Tagliare e curare unghie
  • Tagliare eventuali peli del naso e orecchie
  • Radere peli del collo
  • Scrub della Pelle. ecc.

La cura settimanale mette in una condizione di prevenire piuttosto che curare per evitare di trovarsi in pubblico in qualche condizione spiacevole.

Inoltre eviterete di pensare, in caso di incontro o appuntamento improvviso: “Ho bisogno di tagliarmi le unghie?” o altre cose simili, dal momento che lo avrete già fatto in settimana.

E come per tutte le altre, queste buone abitudini tramutano in routine (come lavarsi i denti) anche le operazioni facilmente dimenticabili.

21 – Cura il Tuo Abbigliamento come te stesso

Oggi viviamo in una società nella quale non si ripara più nemmeno un calzino bucato, lo si butta e se ne comprano di nuovi. Invece di acquistare capi che possano durare anni, scegliamo capi in base al prezzo, quindi spesso di qualità scarsa. Dopo averli indossati un anno questi capi si buttano e si rimpiazzano con alcuni nuovi.

La logica e’ quella che: e’ meno costoso comprarli nuovi piuttosto che farli risistemare.

Un capo di qualità costa di più di un capo di qualità povera che durerà poco e dovrà essere rimpiazzato praticamente ogni anno, ma alla fine andrai a spendere molto di più!

Mantenere i capi e le scarpe di qualità richiede cura, ma il premio sarà una immagine personale sempre migliore nel corso degli anni.

Scegliere La Gruccia Giusta (Per Non Rovinare I Tuoi Capi)

Scegliere la gruccia giusta per ogni tuo capo è fondamentale per prolungarne la durata. Un accessor

11 Consigli di Stile Maschile per Camicie T-shirt e Maglieria

22. Colori base sempre per primi

Le camicie classiche non vanno solo con gli abiti. Inizia con colori base e versatili come bianco, azzurro e rosa. Quindi sperimenta con motivi di colori diversi su fondo bianco e texture differenti

Orientati sempre su camicie con fantasia di un colore solo su sfondo bianco. Sono le più semplici da abbinare.

Potrai inserire fantasie più grandi e colorate per le camicie casual tipo quelle scozzesi o lumberjack (camicia del boscaiolo)
L’unica cosa a cui dovrai fare attenzione è il fit. Per il resto 4 camicie con colletto alla francese e polsino semplice con un bottone, sono altamente versatili da indossare dall’abito al blu jeans.

23. Gioca con polsini e colletti

Non cadere nella monotonia ci sono un sacco di opzioni tra cui scegliere, Divertiti a cambiare modello di entrambe quando espandi la collezione.

Esistono forme di colletti per ogni tipo di forma del viso, stile e cravatta, nonché formalità. Così vale per i polsini, per tutti i gusti ed occasioni.

CUTAWAY

Generalmente un colletto con molta distanza fra le punte si pensa che stia meglio su chi ha un volto affilato.

Generalmente questo è vero, ma bisogna anche considerare le proporzioni di tutto l’insieme formato da giacca ed eventuale cravatta. Il colletto cutaway ha un’apertura molto ampia ed è un caso a sè.

Sta bene su tutte le forme del volto ed e’ un colletto molto stylish. Inoltre con il cutaway non corri il pericolo che le punte si pieghino. Sta sempre ben dritto entro i bordi di una giacca o di un maglione, naturalmente se della misura giusta.

MEZZO FRANCESE

Chiamato anche con il nome generico Spread Collar non ha un’apertura cosi’ estrema come il cutaway ma e’ comunque abbastanza aperta. Spesso se l’apertura e’ molto ampia viene chiamato francese, anche se il vero francese e’ il cutaway,

Con questo colletto è meglio utilizzare un nodo classico piuttosto ampio per riempire lo spazio, tipo un Windsor o un mezzo Windsor, a seconda dello spessore della cravatta.

E’ un colletto molto elegante, uno dei preferiti di James Bond. Esiste anche in versione con apertura meno evidente.

ITALIANO

Un colletto con punte più ravvicinate che puo’ bilanciare bene un viso paffuto.
E’ uno dei colletti più comuni e più semplici e funziona bene con nodi non troppo grandi come il Four in Hand

PIN COLLAR

E’ un colletto con punte ravvicinate, con interni molto morbidi e dispone di due fori sulle punte per poter far passare una spilla che le collega. Generalmente funziona bene con nodi non troppo grandi che pero’ vengono valorizzati dal fatto che la spilla su cui poggiano, tende a spingerli in fuori, inarcando la cravatta. E’ un colletto difficilmente presente sulle camicie già confezionate, ma può essere un bel dettaglio di stile su di un outfit business altrimenti piatto.

TAB COLLAR

Simile al tab questo colletto presenta due tassellini di tessuto sotto alle punte che congiungendosi le tiene unite sotto alla cravatta. Come per il Pin Collar il nodo della cravatta viene spinto verso l’esterno, facendolo diventare un punto focale. Anche questo modello è difficilmente presente su camicie confezionate.

Questo colletto sta bene su quei visi particolarmente spigolosi, in quanto le rotondità delle punte lo addolciscono un pochino. In generale non sta bene sui visi molto paffuti che hanno invece bisogno di maggiori angoli e di sembrare più magri. Funziona meglio con nodi asimmetrici e non troppo grandi. Anche questo modello non è molto comune, ma non è raro vederlo indossato.

BUTTON DOWN

Colletto molto popolare, che ha gli occhielli sulle punte per allacciarlo ai bottoncini posizionati appositamente sulla camicia. E’ un colletto nato dallo sport, per cui e’ da considerarsi adatto solo su camicie che non debbano essere indossate in situazioni eleganti o formali. Sebbene viene spesso visto con la cravatta, sarebbe bene, nel caso se ne volesse indossare una, di mantenersi su una cravatta casual con un nodo non troppo impegnativo. ESISTE UNA VERSIONE CON BOTTONCINI NASCOSTI.

WING-COLLAR

Un colletto destinato all’abbigliamento formale da cerimonia. E’ necessario solo per eventi White Tie (Frac), in quanto per il Black Tie (smoking) è meglio indossare un colletto senza ali negli eventi più moderni.

BAND COLLAR

Questo colletto che noi chiamiamo coreano, in origine era la base sul quale si doveva attaccare il colletto vero e proprio. Infatti una volta i colletti erano staccabili. Oggi viene utilizzato su camicie casual e non puo’ essere considerato un colletto vero e proprio.

Ecco Alcuni Articoli che potrebbero interessarti su colletti e polsini camicia

La Camicia Con Il Colletto Alla Coreana

Il colletto alla coreana ha una interessante e ricca storia alle spalle e la camicia con colletto al

Come Scegliere I Polsini Della Camicia

Come scegliere i polsini della camicia? Domanda apparentemente semplice, ma solo apparentemente. I

Per un look che abbia un pò più di personalità potresti prendere in considerazione un colletto c

Guida Alla Spilla Per Il Colletto Della Camicia

E’ incredibile come un piccolo dettaglio, nell’abbigliamento maschile possa migliorare e cambiare un

Il Colletto della Camicia Con Bottoncini Nascosti: L’Alterna

Un’alternativa al colletto button down, quel particolare colletto di camicia che viene fissato con

Il Colletto con Punte Arrotondate

I colletti delle camicie da uomo con punta arrotondata, grazie a Brooks Brother’s che li ha ripropos

24. Almeno una camicia bianca

La camicia bianca è la più versatile va con qualunque cosa: dall’abito al Jeans

25. Camicia bianca significa camicia bianca

Dopo diversi lavaggi tendono al grigio e solo pochi tessuti possono essere sbiancati. Quando succede, rimpiazzarla.

26. Stecchette

Le stecchette sono necessarie per fare stare il colletto al suo posto.
Vengono chiamate balenette, ossicini, stecchette… comunque sia si tratta di linguette rigide da inserire sotto al colletto, nelle apposite taschine di cui e’ dotato e servono per farlo stare al suo posto.

Le camicie casual, avendo per loro natura colletti più morbidi, non hanno bisogno di stecchette.

Potreste anche trovare camicie con stecchette gia’ cucite all’interno del colletto.

Il vantaggio di quelle estraibili e’ che si levano ad ogni lavaggio ed in più, quando si deteriorano, possono essere sostituite.

Stecchette a buon mercato sono di un materiale abbastanza fragile, che non dura molto e non conferisce l’aspetto croccante al colletto della camicia.

Oltre ad essere uno tra i migliori accessori dell’abbigliamento maschile, sono anche comode e facile da usare.

Esistono in misure differenti in modo da poterle adattare al meglio alla misura delle vele.

Camicia Senza Cravatta: 5 Consigli Per Non Sembrare Sciatto

Indossi la camicia senza cravatta ed il colletto non sta su. Se vi piace indossare la camici

27 – Camicie Casual

Le camicie casual sono più corte di quelle classiche in quanto possono essere portate anche fuori dai pantaloni. Assicurati che non coprano del tutto il sedere ed arrivino più o meno alla metà della cerniera sul davanti.

Le camicie casual sono facili da indossare l’unica cosa a cui dovrai fare attenzione sono i colori e la grandezza delle fantasie.

Se hanno una fantasia multicolor il consiglio é quello di tenere il resto dell’abbigliamento in colori neutri in modo che il pezzo forte (la camicia) sia l’unico punto focale dell’outfit che, in questo modo, non si confonderà tra altre fantasie e colori del tuo outfit.

28 – Arrotola le maniche

Quando la camicia ti sembra troppo formale. Esercitati a arrotolare le maniche in diversi modi. Un look elegantemente rilassato se fatto correttamente.

Qui sotto trovi un mio vecchio articolo tutorial (2010)

Come e Quando Arrotolare La Maniche Della Camicia..

Arrotolare le maniche della camicia può essere pratico e anche un modo di comunicare allo stesso

29. T-Shirt Bianca

La quintessenza delle t-shirt. È il miglior colore da abbinare ai vostri jeans blu . La t-shirt bianca al contrario di quella nera sta bene su qualsiasi carnagione. E’ giusto indossarla nei casi in cui la t-shirt svolga la funzione per la quale é stata creata, cioè in quei casi in cui c’é bisogno di un capo facile, pratico, lavabile….e se del fit giusto è un capo molto maschile e sexy.

30 – Henley

una T-SHIRT a maniche lunghe con una abbottonatura che si estende al di sotto dello scollo per qualche centimetro.
In pratica si presenta essenzialmente come una polo senza il colletto. Assicurati di sbottonare uno o due bottoni A volte, sono disponibili anche a mezza manica.Una nicchia del guardaroba che molti uomini non hanno mai riempito.

31 – Polo

È un must per il business casual. Gli uomini più esperti sanno abbinare la polo molto bene creando diversi outfit. La classica polo e’ leggera realizzata in Piquet tessuto con superficie irregolare e traspirante.

La polo può essere anche una fantastica alternativa alla camicia. Una giacca casual sopra la tua polo, un paio di jeans o un pantalone casual ed ecco fatto un elegante stile da città.

La polo a maniche lunghe é immensamente sottovalutata, ma é una alternativa incredibile alla solita camicia button down.

Come Indossare La Polo

Nel video di questo articolo scopriremo come indossare la polo in 4 modi e stili differenti. Per t

32. Maglieria

La maglieria è uno dei più preziosi investimenti per i mesi freddi, e la scelta del filato e disegno giusto è fondamentale. Pensate a filati non sintetici e a maglieria con una storia alle spalle.

Sia con scollo a V o girocollo / cardigan o dolcevita, sono adatte a uomini di tutte le età. Lavorano con pantaloni chino, jeans e pantaloni eleganti. Costituiscono un ottimo pezzo di layering e talvolta se di lana sottile puoi indossarli sotto ad un abito. Riponili piegati per non far perdere loro, la forma.

Leggi Gli Articoli

Come Indossare Il Maglione Dolcevita

Il maglione dolcevita, quando indossato correttamente, diventa un pezzo iconico di stile che è

Guida Al Cardigan da Uomo

Il cardigan da uomo e’ un capo classico del suo guardaroba, che spesso viene preso poco in considera

Guida al Maglione da Uomo

Un maglione di qualità che calzi perfettamente ed indossato correttamente e’ uno dei capi che può

8 Consigli di Stile Maschile Per Pantaloni

33 – Pantalone Grigio in Flanella

Il pantalone più versatile del guardaroba maschile

La flanella é abbastanza elegante con un blazer e la cravatta senza eccedere nella formalità.

Con un dolcevita nel colore preferito diventano confortevoli e casual anche per stare in casa in una giornata d’inverno. Per uscire, poi, bastera’ indossare una giacca presente nell’ armadio senza doversi troppo preoccupare di fare l’abbinamento giusto.

I pantaloni in flanella grigi permettono di inserire anche un capo dal colore piu’ acceso e stanno bene con qualsiasi giacca, anche di pelle o jeans, senza comprometterne la funzionalità ed il fascino.
Dureranno per anni e come per il classico blazer blu non passeranno mai di moda.

I Pantaloni da Uomo in Flanella : Semplici, Eleganti e Prat

Cinquant’anni fa i pantaloni di flanella erano molto più facili da trovare – erano un must dell’a

34 – Jeans

E’ il lavaggio con cui il tessuto e’ stato trattato che determinerà il modo in cui andranno indossati.

Un jeans blu scuro, può essere indossato con una giacca e apparire ancora ‘elegante’.

I Jeans con colori più chiari /scoloriti sono sexy, ma solo per il tempo libero e un po’ meno versatili. Un jeans blu scuro del giusto fit, lo puoi trattare quasi come un pantalone elegante ed indossarlo con una bella camicia ed una scarpa stringata in marrone, tipo Brogue, quello scolorito e rilassato invece limita la scelta ad altri componenti più casual, tipo boot o sneaker e t-shirt

Per Saperne di Più

Abbinare I Blu Jeans Con Scarpe Da Abito

Abbinare i blu jeans con scarpe da abito: come farlo nel modo giusto. Ricevo spesso domande del tip

Riconoscere Un Blu-Jeans Di Qualità

Riconoscere un blu-jeans di qualità non è facile. Vi sono alcuni elementi da tenere in conside

Giacca Da Abito Sui Jeans?

Giacca da Abito Sui Jeans? E’ Possibile indossare la giacca da abito sui jeans? Spesso succede che

I Jeans: Come scegliere Quello Giusto

Il giusto paio di jeans ha un ruolo determinante nella vita di un uomo: sopravvivono alle fidanzate

35 – Chinos

I chinos sono stati adottati sia nel look casual inglese sia in quello italiano, la differenza sta in gran parte nel taglio del pantalone. Gli italiani preferiscono un taglio asciutto mentre inglesi ed americani prediligono quello un pò più comodo con pinces e risvolto.

Un modello cool di questi tempi, e’ il chinos tagliato a pantalone classico da abito con cinturino in vita laterale regolabile e a volte anche bottoni per le bretelle.

Esiste anche la versione più casual, con 5 tasche come i jeans.
I chinos sono perfetti per essere indossati con camicie, blazer e Loafer.

Per saperne di Più

Come Indossare I Chinos

Come quasi tutti i migliori capi del menswear anche i Chinos affondano le loro radici nell’abbiglia

36 – Pantaloni Velluto a coste

Il velluto a coste, data la visibile texture in rilievo e’ un tessuto sportivo, casual, ma più elegante del denim.

Le coste del velluto possono essere più o meno grandi a seconda della loro densità: più ce ne sono e più saranno sottili.Il velluto a coste e’ il modo più semplice e meno costoso per portare un po’ di texture negli outfit. È importante apportare della texture un po’ mossa in un outfit.

Il velluto a coste è un tessuto sportivo molto confortevole per i pantaloni, più resistente della flanella e più elegante dei jeans, quindi ne fanno uno dei capi base per il guardaroba nucleo maschile.

Per Approfondire Leggi Questi Articoli

Texture e Abbigliamento Maschile

Molte ricerche hanno dimostrato che vi è un collegamento tra emozioni e texture, vale a dire che di

Velluto a Coste – Guida Giacca e Pantaloni

Giacca e pantaloni in velluto a coste? Ecco la guida per abbinarli ed indossarli al meglio. Il ve

37 – Bermuda

Camicie e magliette polo a maniche corte sono solitamente la miglior scelta da abbinare ai bermuda per l’uomo che vuole mantenere stile ed essere casual allo stesso tempo.

Le camicie ad esempio in chambray sono particolarmente carine. Le camicie hawaiane devono essere riservate per i momenti di divertimento in spiaggia. T-shirts e bermuda possono andare, ma in contesti molto relaxed, per una passeggiata in città in una calda giornata estiva, meglio optare per polo o camicie leggere con maniche arrotolate e loafer o scarpa da barca. Casual si ma con stile.

Guida al Bermuda: Storia e Stile Del Pantaloncino Maschile

Sono pochi gli indumenti di un guardaroba maschile che fanno discutere come i pantaloni corti. Oggi

38 -Evita jeans con troppi dettagli

i jeans senza troppi ghirigori, bottoni inutili, borchie, frizzi e lazzi funzionano sempre meglio.

39 – Fai sempre attenzione alla lunghezza del pantalone

Il fondo del pantalone dovrebbe semplicemente baciare la scarpa, in pratica coprirti il malleolo ma non oltrepassarlo oltre modo.. Se la lunghezza del pantalone è maggiore, questo si raggruppa sulla scarpa, facendo un sacco di pieghe rovinando la linea e conferendo un aspetto tremendamente sciatto.

Come migliorare il tuo stile

Описание:
Gruppo Telegram \nhttps://www.t.me/robadauominiyt\n\nVideo Sugli accessori: \nhttps://youtu.be/sFPxBWTj_E0\n\nVideo sugli occhiali\nhttps://youtu.be/i0DkoWQSv8U\n\nVideo sui profumi \nhttps://youtu.be/GUD5-XoNi7A

40 – Fai Attenzione alla distanza cavallo/vita

I Pantaloni formali hanno una vestibilità differente dai moderni jeans, che vengono indossati più bassi in vita. Se indossi i pantaloni classici alla stessa altezza di come indossi i jeans, avrai troppo tessuto nel cavallo che avanza. Il risultato sarà una silhouette goffa e per niente attraente.

15 Consigli di Stile Maschile Per Giacche, Giacconi, Soprabiti E Cappotti

41 -Blazer

Può essere due bottoni o tre bottoni, monopetto o doppiopetto. Ha revers a dente e tasche applicate anche se non è raro trovare modelli con tasche con pattina. Non ha mai Ticket-Pocket. Essenzialmente ai giorni nostri differisce dalla sport jacket per via del tessuto

42 – Sport Jacket

presenta spesso tessuti piuttosto ruvidi tipo tweed e fantasie tipo quadro a volte anche impercettibile. Si colloca uno scalino sotto al blazer come formalità. Ha sempre revers a dente e non è mai doppio petto e presenta ticket-pocket

43 – Giacca Casual

Se vuoi mantenere un aspetto casual nei momenti in cui hai bisogno di esprimere maggior rilassatezza, ma vuoi comunque mantenere un aspetto rifinito puoi ricorrere ad una giacca destrutturata.
La differenza più grande fra una giacca strutturata ed uno destrutturata è la silhouette e come cade dal corpo.

Le giacche destrutturate non delineano allo stesso modo il corpo, cadono più sciolte e sono più morbide dal momento che non hanno imbottiture e teline interne, conferendo quindi un fit più rilassato.

La puoi portare slacciata ed avrai gli stessi benefici che una giacca apporta senza sembrare troppo “elegante” quando non è il caso.

Se ancora non la possiedi ti consiglio di rimanere su un colore classico come il blu che lo potrai indossare su qualunque altro colore.

44- Non Troppo Corta

Le giacche corte sono per i Fashion Addicted. Le giacche troppo corte, tagliano la figura maschile in due strane metà per niente valorizzanti. Se hai il sedere o i fianchi un po’ larghi oppure le gambe lunghe rispetto al busto, quello che le persone noteranno sarà solo una giacchetta striminzita appoggiata su di un sedere. La giacca uno degli elementi più maschili del vostro guardaroba, disegnata per conferire autorevolezza e mascolinità, in questo modo si trasforma in un capo che sortisce esattamente l’effetto contrario

Clicca sull’immagine qui sotto per vedere il breve video (30 sec.) e comprendere meglio cosa intendo.

45 – Fai Spuntare Il Polsino Della Camicia

Dalla manica della giacca dovrà spuntare sempre un po’ di polsino della camicia. Questo non solo rende più eleganti e coscienti del proprio stile, ma fa si che la mano maschile venga molto valorizzata

Più Attraente Sicuro e Di Successo: Metodo Passivo (STUPID

46 – Fai Spuntare Il Colletto Della Camicia

Nell’area del collo, il colletto della camicia e colletto della giacca devono essere allineati. Approssimativamente un paio di cm. di colletto della camicia dovrebbe essere visibile.

FAI CLICK SUL VIDEO QUI SOTTO (DURATA 20 SEC.)

47 – Tieni Le Punte Del Colletto Della Camicia Dentro

Le due parti dei revers devono coprire appena le punte del colletto della camicia. Le punte del colletto non dovranno mai estendersi sopra ai rever.s

Non vi deve essere uno spazio vuoto tra i revers e il colletto della camicia.

FAI CLICK SUL VIDEO QUI SOTTO (DURATA 20 SEC.)

48 – Giacca di pelle

La pelle ha una grinta che nessun tessuto ha. La cosa bella della pelle è che il suo fascino da duro, è senza tempo e non alla moda. Associamo alla giacca di pelle la grinta del rude perche’ gli uomini di quel genere indossavano pelli di animali fin dai primi giorni dell’umanità. Non è un immagine costruita come lo sono i jeans strappati o le borchie di metallo.

Una giacca di pelle dona a chi la indossa un senso di durezza, competenza, e aggressività , anche quando il modello della giacca e’ morbido e raffinato.

Una grinta naturale e non un tentativo volgare di sembrare dei duri a tutti i costi, e questo è uno dei migliori motivi per indossarla. Ad una condizione però: il fit deve essere perfetto!

Come Scegliere Il Giubbotto Di Pelle

Il giubbotto di pelle è normalmente un capo costoso e non molto versatile, dal momento che si i

49 – Giubbotto di Jeans

Un giubbotto in jeans, non è solo un capo iconico casual per i più giovani, ma può essere un capo molto versatile che diventa un pezzo di layering molto interessante.

Un giubbotto in jeans deve essere qualcosa che valorizzi l’outfit e non qualcosa che sembri solo una giacca da lavoro.

Un modello un po’ più aderente che arrivi in vita sta molto bene, donando una silhouette definita, anche nel layering.

Un buon giubbotto in denim dovrebbe arrivare solo fino alla vita – non ha significato avere un giubbotto piu’ lungo.

Indossalo sotto ad una giacca o ad un cappotto per dare un aspetto piu’ interessante al layering.

Pantaloni casual, come pantaloni di velluto, chinos, ma anche un pantalone sartoriale di linea asciutta, vanno bene con i giubbotti di jeans.

E’ preferibile non fare l’abbinamento: blu jeans + giubbotto jeans. (a meno che tu non sia un cowboy.)

Dei pantaloni scuri, camicia bianca e cravatta con un giubbotto di jeans donano un aspetto collegiale e rendendolo l’alternativa più casual al blazer più convenzionale.

Ottimo da buttare su t-shirt, bermuda e scarpe da barca, quando l’aria estiva si fa più frizzante.

Sotto ai 40 anni questo è un capo essenziale del core wardrobe.

Capelli Grigi?

Allora puoi mixare il giubbotto di jeans sotto ad un’altra giacca per un look più tendente al fashion consapevole.

50 – Field Jacket

Questa giacca deriva dal mondo militare ed uno dei motivi per I quali è stata portata nell’utilizzo civile è la sua semplicità e praticità. Non ha nulla di complicato.

Perfetto da buttare su per una commissione veloce al sabato mattina o per un pranzo all’aperto con gli amici. Sono pensate per il comfort pur mantenendo il tuo stile in gioco.

E’ più comodo di un impermeabile e di un classico gommato, ed e’ più elegante di un giaccone in Gore-Tex, e più resistente alle intemperie di una giacca in stile militare o una giacca da boscaiolo del medesimo peso.

Spesso hanno l’interno staccabile, risolvendo così tutte le esigenze da primavera ad autunno inoltrato.
Tutte queste caratteristiche ti permettono di avere un bel capo da portare, per uno stile di layering casual e un po’ rude allo stesso tempo.

La sua lunghezza copre lo stesso spazio verticale di una giacca per cui sovrapporle e’ inutile, e non crea un bell’effetto di layering.

Andra’ invece bene sopra ad una maglietta Henley, Jeans o ad una camicia con maglione o ad un cardigan.

Siccome questa giacca e’ un capo robusto (senza particolari raffinati) anche gli altri capi da abbinare dovranno avere simili caratteristiche.

Un bel paio di scarpe fini da abito sarebbero una visiva contraddizione.

Come Scegliere Il Giubbotto Di Pelle

Il giubbotto di pelle è normalmente un capo costoso e non molto versatile, dal momento che si i

51 – Mac e Trench

Ne’ il Mac nè il Trench sono mai andati fuori moda. Sono due impermeabili classici e pieni di stile.
Il trench ha la cintura (che dovrai allacciare annodata e non con la fibbia, se non vuoi sembrare l’ispettore Clouseau), mentre il Mac ha una linea dritta ed è di un materiale un po’ più rigido che ripara molto bene dalla pioggia e dal vento.

La scelta sta al vostro gusto. Entrambe offrono un look super stylish. Sono leggeri, eleganti, e praticamente senza tempo.

Guida All’Impermeabile Da Uomo

“Piove, Governo ladro!” Beh, non so se tutta l’acqua che sta venendo giù oggi a Milano sia per colp

52- Cappotto

Un cappotto ben fatto è un’ampia protezione dal maltempo. La lana è resistente e tiene bene il calore, la lunghezza offre una protezione per le gambe, cosa che la maggior parte dei Parka non fanno e l’apertura del bavero che lascia scoperto il collo può essere facilmente chiusa avvolgendo al collo una bella sciarpa.

Ti troverai ad afferrare il cappotto ogni qualvolta esci alla sera o per andare al lavoro a piedi in una giornata fredda. Il cappotto aiuta a far distinguere, nella folla, i signori dai turisti: indossando un cappotto è molto probabile che si ottengano servizi migliori ed i taxi più velocemente.

Se stai attento ai periodi di saldi, nei bei negozi della tua città, riuscirai anche a trovare qualche bel cappotto nel mese di marzo, in svendita, risparmiando un bel po’.

La lunghezza dipende dalla tua altezza e dal tuo stile di vita. Se non sei molto alto dovrai orientarti su un cappotto che si fermi un po’ sopra al ginocchio. Se sei piuttosto alto potrai indossare bene anche un cappotto più lungo.
Se sali e scendi continuamente dall’auto o dalla moto un cappotto più corto sarà più pratico.

Il colore potrà essere un colore neutro: grigio, cammello (molto chic ma controlla che ti stia bene al volto) oppure blu, per garantirti la massima versatilità. A differenza di giacche da abito e giacche sportive, i cappotti di solito non sono avvitati. Cerca una buona misura nelle spalle e il resto de cappotto dovrebbe scendere naturalmente ritto da lì. Le maniche dovrebbero essere abbastanza lunghe da coprire i polsini della camicia e della giacca.

53 – Montgomery

E’ meno elegante di altri cappotti, ma più funzionale in caso di maltempo. Il modello, caratterizzato dalla tipica chiusura con alamari in cuoio o legno, risulta prettamente sportivo: è lungo tre quarti e tagliato diritto ed è realizzato in pesante panno di lana, con maniche lunghe, carrè intero sulle spalle, cappuccio e tasche applicate.

Per evitare di essere inghiottiti dal vostro montgomery, data la ricchezza di dettagli, la lunghezza non dovrà mai superare il ginocchio, ma dovrà avere una misura compresa tra la fine delle natiche (per quelli più corti a giaccone) a fine coscia.
Trovane uno con un taglio moderno e maschile. Se il brand riporta sull’etichetta: classic o classic fit (o qualcosa di simile), evita l’acquisto perché in genere avrà una forma piuttosto demodè.

54 – Parka Tecnico

Purtroppo si vedono in giro alcuni uomini che indossano questi giacconi gonfissimi, e di colori improbabili. Scegline uno in materiale tecnico, creato apposta per mantenere caldo il corpo senza avere goffe imbottiture, e in colore neutro: blu, verde scuro, marrone. Se e’ necessario, anche con pelliccia attorno al cappuccio.

55 – Peacoat

Il Peacoat e’ un classico tipo di giaccone marinaro.
Offre una buona protezione senza ostacolare i movimenti. Abbinato ad un paio di pantaloni robusti crea uno strato esterno resistente ma traspirante in quei giorni di pioggia fine, in cui ancora non e’ necessario un impermeabile.

Un robusto peacoat e’ l’ideale nelle giornate fresche di tempo incerto. Abbottonato protegge dalla pioggia, sbottonato ha la stessa funzione di una giacca.

La mezza lunghezza, l’abbottonatura doppio petto alta (molti peacoat quando completamente chiusi nascondono quasi tutto il busto) lo rendono accettabile sia sopra ad una giacca che solo ad una camicia. Può essere portato sopra a qualsiasi cosa incluso maglioni, gilet, camicie, t-shirt ecc.
Ha uno stile differente dai cappotti classici e la sua linea pulita lo fa sembrare più elegante di un qualsiasi altro giaccone.

Come Indossare Il Peacoat

Come indossare il peacoat? Questa è una domanda facile perché essendo un capo estremamente versat

15 Consigli Per La Scelta Dell’Abito

56 – Mono o Doppio Petto?

Le giacche doppio petto sono di gran moda oggi e si trova questa abbottonatura anche su giacche o abiti di connotazione più casual.
La scelta è puramente individuale anche se il consiglio è di orientarvi su una doppio-petto come seconda o terza opzione. Le persone robuste dovranno solo fare attenzione alla distanza delle file di bottoni presenti. Per loro è raccomandata una distanza più ravvicinata per un effetto maggiormente snellente.

La Giacca Doppio Petto: Panoramica

Una classica giacca o blazer ad un petto sta bene quasi a tutti, avendo molteplici possibilita’ di

57. Giacche a due o tre bottoni

2 bottoni: Il modello più comune ed anche il più versatile. Adatto a qualsiasi occasione (dall’ufficio al matrimonio)
3 Bottoni: Modello più formale del precedente. La ragione è che essenzialmente crea un’immagine “più abbottonata”. Risulta leggermente meno versatile perché non adatto a situazioni più rilassate, dove invece il due bottoni si adatta perfettamente.
Per questo molti uomini preferisco il 3 bottoni stirato a 2, il che vuol dire che i revers scendono fino a coprire il primo bottone in alto.

58 – Revers a dente, lancia e a scialle

Revers a lancia sono molto eleganti e formali. Oggigiorno si vedono anche su giacche di abiti più sportivi. Sono un particolare che distingue. Se non hai bisogno di troppa formalità nell’abito e devi ancora acquistarne uno, i revers a dente sono una scelta sicura e molto più versatile.

Revers a dente sono i più comuni e si vedono sulla maggior parte degli abiti. Con questi andrete sul sicuro.
Nelle giacche ad un petto la misura tradizionale dei revers é: dagli 8,5 cm. ai 10,5 cm. nel punto più largo.

Revers a scialle sono riservati alle giacche da sera oppure vengono a volte proposti sulle giacche fashion. In generale non sono adottabili al di fuori di queste due situazioni

59. Grigio e blu sono i migliori colori

Quello che sto per dire, potrebbe non piacere a molti sostenitori del grigio scuro, ma se si tratta del tuo primo abito scegli il blu. La scelta classica, versatile e sofisticata.

Classica:

Le tendenze di colore vanno e vengono rapidamente nel mondo della moda, ma il blu scuro è sempre di moda, sempre maschile e funziona con qualsiasi carnagione.

Versatile:

Un abito blu scuro è accettabile in qualsiasi occasione, da matrimoni e funerali a colloqui di lavoro e business

Sofisticata:

James Bond indossa abiti blu scuro . Devo dire di più?

Spero di averti convinto che il blu è decisamente il colore su cui optare per li tuo primo abito, chiaramente se opterai per il grigio non mi arrabbierò. Ma ti cercherò in tutto il mondo, per prenderti a randellate se opterai per l’abito nero!

60. Abiti neri

I meno versatili. Adatti solo per abiti da sera. Anche per i funerali la scelta migliore sarebbe un grigio antacite o fumo di Londra. Assolutamente no per il business e per matrimoni.

Nero E Abbigliamento Maschile

Nero e abbigliamento maschile hanno veramente poche cose da condividere. Perché costantemente scon

61 – Tasche

Gli abiti formali e quelli per occasioni speciali (frac, tight, smoking) hanno tasche a filo, quasi invisibili in quanto sono le più eleganti.
Esistono altre tasche nella parte interna della giacca ai due lati posizionate in alto, che servono per i documenti e il portafogli e la penna. Adeguandosi ai tempi alcuni sarti propongono anche di proporzionare una di queste due tasche all’ampiezza del vostro cellulare.
Gli abiti nuovi vi vengono consegnati con le tasche esterne cucite. Scucitele ma non riempitele di oggetti (cellulari, Ipod etc) perché oltre a rovinare la tasca stessa farebbero perdere la bella linea dell’abito.
Le tasche a toppa, cioè quelle cucite sopra alla giacca sono sempre da considerarsi più casual.

Tasche Dritte E Tasche Oblique Della Giacca

Quale è la differenza tra tasche dritte e tasche oblique della giacca? Come sappiamo ogni uomo h

62 – Spacchi: Due Sono Meglio di Uno

1) Due spacchi. La giacca con due spacchi laterali: è quella più flessibile ed è il giusto compromesso. Marca le linee del corpo slancia la gamba e dà maggiore linea all’abito. Purtroppo richiedendo maggior lavorazione è quindi più costoso per cui, questo modello lo si trova nelle giacche di più alto livello

2) Uno spacco. Frequente negli abiti in serie (in quanto è più economica la produzione) tende spesso a restare aperto con antiestetici effetti, se si ha un sedere prominente. Una soluzione comunque pur sempre accettabile.

3) Senza spacchi. è una giacca molto elegante e formale ma limita la libertà di movimento quando ci si siede o si mettono le mani in tasca ed in più, tende a stropicciarsi sul retro quando ci si siede, sicuramente meno pratica per l’abito da tutti i giorni.

Gli Spacchi Della Giacca

Gli Spacchi Della Giacca: Estetica e Funzionalità Quando si sceglie una giacca sarebbe bene preocc

63 – Taglio

Il taglio dell’abito è il più critico fattore che incide sulla vestibilità.
Il miglior taglio per voi dipende interamente dalla vostra forma del corpo.
Un uomo con una corporatura piccola e snella starà meglio con una giacca sia mono che doppio petto slim-fit e ben avvitata, ben calzata sul petto e con i pantaloni di taglio asciutto.
La giacca potrebbe richiedere una piccola imbottitura nelle spalle ma troppa per non sbilanciare le proporzioni, ed i revers dovranno essere proporzionati al torace, per cui piuttosto slim. Evitare grandi revers.
Un uomo con una figura più rotonda avrà bisogno di un taglio completamente differente dal primo.
Un abito ad un petto con revers più larghi riuscirà a mantenere la proporzione.

Anche l’imbottitura delle spalle dovrà essere minima se non addirittura nulla. Una imbottitura pesante potrebbe fare apparire tutta la figura troppo quadrata e far sembrare l’uomo molto più largo.

64 – Business O Svago

Un abito business riduce già tutte le opzioni velocemente: tinta unita e colore scuro (al limite con una sottile gessatura bianca), sono le uniche opzioni possibili.

Negli uffici più rilassati dove l’abito e la cravatta sono richiesti giornalmente, non e’ difficile vedere abiti con righe più ampie o motivi Principe di Galles. Se devi indossare l’abito tutti i giorni e lavori in questi ambienti queste sono buone opzioni per il tuo terzo e quarto abito.

Se invece sei uno di quei pochi uomini ai quali piace indossare l’abito solo per proprio piacere, colori più morbidi e motivi più calcati daranno un’aria più spensierata.


E’ desiderabile infatti indossare qualcosa con un motivo che sottolinei che l’abito è indossato per piacere personale e non per obbligo.

65 – Bottoncini

Un esperto riconosce quanto ben fatto sia un abito, analizzando come i bottoni delle maniche sono cuciti. Principalmente, i bottoni che si trovano sugli abiti a basso costo sono solo decorativi (ma non sempre), mentre su quelli premium o fatti dal sarto i bottoni saranno funzionali, cioè sarà possibile slacciarli o allacciarli.
I bottoni sulle maniche delle giacche degli abiti generalmente sono 3 o 4 ma la vera differenza è data dal modo in cui, questi bottoni, sono disposti sulla manica.

Uno speciale dettaglio di un abito di qualità sono i bottoni baciati. Il nome viene dal fatto che i bottoni si toccano sovrapposti l’un l’altro . Gli abiti sartoriali generalmente hanno sempre bottoni baciati.

  • BOTTONI BACIATI A CASCATA
    I bottoni baciati sono perfettamente simmetrici. Cuciti a mano diventano la gioia e lo charme di un abito su misura.
  • BOTTONI SEMI BACIATI
    I bottoni si sfiorano l’un l’altro ma non sono sovrapposti come nella versione precedente
  • BOTTONI NON BACIATI
    Generalmente sono cuciti a macchina dal momento che questo stile è molto meno elaborato. I bottoni sono disposti paralleli ma non si toccano.

66 – Tessuto

Lana

Sebbene gli abiti si possano trovare in diversi tessuti, (lana, poliestere, lino, microfibra ecc.) la scelta di un abito per il business o per le occasioni più importanti deve ricadere senza dubbio sulla lana. La lana pettinata è molto più liscia al tatto ma ha anche un costo maggiore.
Esistono diversi tipi di lana: merinos, mohair, cachemire, vicunia, solo per citarne alcune; il loro prezzo varia a seconda della rarità e del peso, quindi bisogna considerare quale sia il vostro budget oltre che le esigenze climatiche.
La lana è senz’altro un’ottima scelta per l’abito in quanto ha una durata quasi illimitata e ripara dal freddo.

Cotone
Il cotone offre una incredibile varietà di tessiture e fantasie e colorazioni, è facile da pulire, è leggero, ed è molto malleabile in fase di lavorazione per cui offre la possibilità di numerose personalizzazioni adatte ad ogni tipo di fisico.
Il cotone ha anche degli svantaggi quali perdere la forma facilmente, per cui gli abiti non durano a lungo, e naturalmente quello di non essere indicati per la stagione più fredda e le occasioni formali, ma sicuramente indicati per abiti casual da indossare in modo informale.

Lino
Una splendida opzione per l’estate e molto traspirante. Il look stropicciato può anche conferire quell’aria di eleganza non studiata molto attraente in determinati contesti.

67 – Gli abiti confezionati raramente sono indossabili subito

Vedi, il fitting è la chiave. L’abito che comprerai già confezionato non è fatto esclusivamente per te. Hai ancora bisogno di portarlo dal sarto per le modifiche.

68 – Il codice dei Bottoni

Benché molti uomini sono abituati ad indossare la loro giacca sbottonata è necessario essere consapevoli del codice dei bottoni.

69 – Sbottona la giacca da seduto

OGNI GIACCA SEGUE UN SUO PROTOCOLLO PER QUANTO RIGUARDA I BOTTONI. La giacca monopetto deve essere abbottonata quando si sta in piedi e sbottonata quando ci si siede, non solo questo rende il look migliore ma è anche più confortevole.

70 – Nascondi (o elimina) le Etichette

Avete mai visto un’icona di stile indossare abiti con etichette, loghi e brand ben visibili?
Etichette e brand sono cose del mondo moderno della moda e non appartengono al guardaroba del gentiluomo.
E’ semplice, tentare di impressionare con etichette Ralph Lauren, Hugo Boss o chissà chi altro. Optate invece per impressionare con un grandioso fit, un bel mix di colori o fantasie ben abbinate per mostrare la vostra eleganza… e non dimenticate di rimuovere le etichette dalle maniche!

14 Consigli di Stile Maschile Per La Scelta Delle Scarpe

71 – Investi in scarpe di qualità.

Le scarpe dicono molto su di te, indicando non solo il tuo stile ma anche uno status. Avere un bel paio di scarpe è un must. Se possiedi scarpe da abito, loafer, sneakers da città, scarpe casual e boot, hai le scarpe per ogni occasione. Ottieni la migliore qualità che ti puoi permettere.

Le scarpe, separate dal resto del vostro abbigliamento, sono un punto di attenzione visiva e ricevono una quantità sproporzionata di attenzione; nonostante coprano solo il 5 % del vostro corpo possono influenzare per il 30 % il giudizio di una persona al primo impatto.

Come Scegliere La Scarpa Maschile

In questo articolo vedremo come scegliere la scarpa maschile in base a fattori quali qualità – este

72- Allacciatura chiusa contro allacciatura aperta

I modelli di scarpe stringate sono due: Oxford e Derby, di origine britannica. La caratteristica che distingue le une dalle altre è l’allacciatura, chiusa sulla Oxford e aperta sulla Derby, vale a dire in quest’ultima i gambetti sono cuciti sopra la mascherina mentre nella Oxford i gambetti ( la parte anteriore dei fianchi della scarpa ) sono cuciti sotto alla mascherina. La Oxford viene anche chiamata Francesina o Brogue nella versione decorata.

Per Approfondire Leggi Questo Articolo sul Blog

Scarpe: Derby Vs. Oxford

In considerazione del fatto che oggigiorno negli uffici sempre di più e’ accettato un abbigliamento

73 – Punta quadrata contro punta arrotondata

Le scarpe classiche da uomo hanno una lunga storia alle spalle, e tutte le deviazioni di moda non riescono mai bene. Quelle con punta quadrata sono assolutamente da bandire. Non si capisce perché alcuni uomini la considerino elegante. Si trovano ovunque specialmente in negozi che vendono calzature a buon mercato. Anche per quest’ultima considerazione danno immediatamente l’idea di scarpa cheap, indipendentemente da quanto tu l’abbia pagata.

Inoltre le proporzioni sono orribili e la forma è visivamente stonata con il resto dell’abbigliamento classico e di stile e fanno sembrare il piede più largo di quello che è.

74 – Scarpe da abito

Ne hai bisogno di almeno due paia.
Un paio di Oxford Nere: indispensabili e formali. Tipiche scarpe da abito business, indispensabili per ogni occasione formale e business (in genere matrimoni e funerali) se vuoi mostrare classe e consapevolezza.

Un paio di Derby meno formali adatte a chi non è obbligato dalle circostanze ad indossare l’elegantissima Oxford. Comunque sia, la versione in nero ha un aspetto abbastanza formale. Quelle con quattro o sei occhielli allungano il piede poiché la mascherina è più visibile, quelle a tre occhielli sono sicuramente più eleganti

Per un aspetto più dinamico, se non hai bisogno di troppa formalità una scarpa Brogue Marrone è l’ideale

Perché la Brogue?: Sono ineccepibili ovunque, eleganti e stanno bene con la maggior parte dell’abbigliamento. Questo la rende un’opzione versatile che vale la pena di aggiungere al guardaroba.

Perché marroni? La cosa belle delle scarpe marroni è che sono molto più versatili di quelle nere (soprattutto parlando di scarpe più eleganti) e le puoi indossare con quello che vuoi, cosa che non si può fare di certo con quelle nere.
Un paio di scarpe nere di linea elegante sono molto più formali e stridono con qualsiasi tipo di abbigliamento sportivo. A meno che non si sappia esattamente quello che si sta facendo e non si abbia uno spiccato senso dello stile.

Indossate le brogue marroni con l’abito blu o grigio (quando non dovete osservare la massima formalità) e sarete super stylish.

Se l’abito o il pantalone è grigio scuro, però, sarete obbligati alla scarpa nera.

Per Approfondire Leggi QuestoArticolo Sul Blog

Guida Alla Scarpa Brogue

Scarpa Brogue: Guida Completa Giorni fa nella sezione Domande&Risposte di questo blog, Marco ha

75 – La Via di Mezzo: Monkstrap

Letteralmente, “monk shoes” significa scarpa del monaco. La scarpa tradizionalmente senza stringhe e con fibbietta quella via di mezzo che intercorre tra una stringata classica ed un loafer.

Molto versatile e perfetta per uno stile business non formale quanto per uno stile casual raffinato. Dall’abito al jeans scuro.
Per un look più drammatico e trendy potete optare per le Monk a doppia fibbia aggiungendo così un tocco contemporaneo ad una calzatura classica.
Una fibbia discreta sul lato della scarpa la renderà più classica ed elegante, mentre due fibbie la renderanno più aggressiva. Tuttavia, se indossate bene, sia in un contesto elegante che smart casual, suggeriscono sempre qualcuno che si prende cura del proprio stile ed è pronto ad andare al di là della tipica chiusura stringata. In parole povere, aggiungono un tocco di classe ad un outfit, sia esso casual che elegante.

76 – Sneaker da città

Sono un po ‘eleganti e un po’ sportive. Possono essere indossate con jeans, pantaloni di cotone, pantaloni cargo e, a volte, lavorano anche in occasioni più eleganti tipo smart casual.

777 – Boot eleganti

Non tutti sono professionali, ma puoi indossarli nella maggior parte delle occasioni. Esistono in diversi modelli
I Gambaletti sono un eccellente calzatura per gli uomini che vogliono avere un bel look anche quando devono fare molta strada a piedi in condizioni meteo non benevole. In breve hanno un doppio uso nel vostro guardaroba:

  • Aggiungono un look differente ai tuoi piedi
  • Provvedono a fornire maggior protezione dagli agenti atmosferici.

Gli uomini più bassi possono trovare anche un terzo elemento utile nel tacco più alto per aggiungere qualche cm. alla statura
Potrai scegliere fra:

  • Chelsea: con elastico laterale
  • Jodhpur: con cinturino che gira attorno alla caviglia trattenuto da una fibbia.
  • Oxford/Derby: hanno le stesse caratteristiche delle due calzature stringate, con la differenza che il boot oltrepassa la caviglia.

78 – Chukka

Sebbene concepita come calzatura casual comoda e confortevole, questo, non è andato a discapito di un design elegante.
Un connubio di due qualità molto importanti che ne hanno fatto una scarpa versatile da indossare sia in modo casual che più elegante.

79 – Desert Boot

Il classico Desert Boot è in suede in colore chiaro, ma nel corso degli anni la moda ha fatto sì che venissero apportate modifiche aggiungendo materiali e colori nuovi.
La suola spessa in gomma increspata è la caratteristica distintiva di questa calzatura, che la rende adatta solo ad abbigliamento casual. Da non confondersi, come in molti fanno, con il chukka boot che è invece adattabile anche ad uno stile di qualche tacca più formale.

80 – Loafer

Sono versatili, semplici, informali, confortevoli e disponibili in un’ampia varietà. Un uomo che ama il ben vestire ha bisogno di più tipi di scarpe, per la vita di tutti i giorni al di fuori del luogo di lavoro.
Il loafer se scelto con cura può essere una scarpa molto versatile che è considerata consona alla maggior parte delle occasioni non formali.
Hai diverse opzioni tra cui scegliere:

Penny Loafer: conosciuto anche come College è considerata la calzatura ufficiale dello stile di vita preppy, e si è guadagnata il suo posto nella storia, insieme con il chino di cotone, la camicia Oxford e il blazer blu, come essenziale nel guardaroba maschile, dinamico e appropriato per ogni occasione non formale.

Tassel e Belgian Loafer: due calzature comode e raffinate, con nappine il primo e fiocchetto il secondo. Particolarmente chic in cognac e tinte naturali ma anche in testa di moro. Splendide le versioni in primaverili in Suede, da indossare senza calze con chinos, blu jeans ma anche con abbigliamento meno casual e calze.

81 – Mocassini

Calzature prettamente csual da tempo libero, specialmente nelle stagioni più calde. I due modelli più gettonati sono i driving e le boat shoes: scarpe da guida le prime, da barca le seconde.

Driving; rappresentano un esempio perfetto di calzatura estiva. E’ leggero, ideale per il caldo e comodo per camminare, facile da indossare come una pantofola perfetto per scendere in spiaggia o per viaggiare, specialmente in aereo , dal momento che possono essere sfilati facilmente. Infine, e più importante, sono di stile e possono contribuire a intensificare quell’abbigliamento un po’ pigro estivo.

Boat Shoes: le scarpe da barca sono stylish e funzionali. Adatte alla vacanza e comode. Possono essere indossate con jeans, chino e bermuda t-shirt tutto per un look casual. Alcune hanno una suola più spessa per una sensazione più sportiva. Anche la versione in suede assicura confort e leggerezza e si adattano perfettamente ad ogni piede.

82 – Pulire e lucidare regolarmente le scarpe

Le scarpe sono un investimento – uno degli articoli più costosi nel guardaroba di tutti i giorni. Esse sono anche le più esposte agli agenti atmosferici. Una buona cura delle scarpe può permettere alle scarpe anni di utilizzo.
Vale la pena ricordare che più pulite e lucide saranno le tue scarpe, più rispetto otterrai dagli altri!

Ecco uno dei tutorial più interessante cha abbia trovato in rete

83 – Non dimenticarti i tendiscarpe di cedro

Manterranno la tua scarpa priva di umidità, senza odore e nella giusta forma. La pelle delle scarpe è come la nostra pelle, più si piega più forma rughe. Potete allungare la vita delle scarpe consistentemente cercando di mantenerle nella loro forma originale. Quando levate le scarpe e le lasciate vuote, la forza di gravità tende a spingere la parte superiore verso il basso, e, con il tempo, questo fa perdere la forma originale.
Ogni volta che inserite il piede dentro alla scarpa la pelle si solleverà nuovamente. Questo movimento di affossamento e sollevamento, fa formare piccole grinze nella pelle che a lungo andare possono incrinarsi. Inserire il tendiscarpe fa si che la scarpa sia sempre “piena” all’interno, permettendo alla pelle di rimanere sollevata, come se ci fosse il piede dentro.

Un buon tendiscarpe in cedro è la miglior scelta. Il cedro assorbe naturalmente l’umidità e ha un piacevole profumo. I piedi producono una sorprendente quantità di umidità che penetra nella pelle.
Lasciando le scarpe per alcuni giorni con un tendiscarpe assorbente al suo interno, permetterà di asciugare la pelle in modo naturale e lentamente.
Sempre meglio indossare le scarpe a rotazione e non molti giorni di seguito. Riponetele in luogo fresco e asciutto con un tendiscarpe in legno per assorbire tutta l’umidità, per salvare la salute e la bellezza della vostra scarpa.

Un ottimo tendiscarpe in cedro lo trovi su Amazon